Il tuo angolo di casa lontano da casa...
Famiglia Papi

Siena


Dall’Hotel il Viandante potrete agevolmente visitare la bellissima Siena, raggiungibile in meno di un’ora di macchina (circa 40 minuti, dipende dal traffico).

Il percorso più breve (e più bello) per arrivare a Siena è attraverso le colline toscane e più precisamente passando dalla Valdambra.
In dettaglio dovete seguire l’itinerario
Bucine -> Ambra -> Colonna del Grillo (ingresso superstrada) -> Siena.

La prima parte del percorso è di strada normale; passato il paese di Bucine e la dolce Valdambra, all’altezza della località chiamata Colonna del Grillo, si imbocca la superstrada che porta direttamente a Siena. Ma se vi viene voglia di fare qualche deviazione, sappiate che le Crete Senesi (Asciano, Monteroni d’Arbia, Rapolano Terme) sono incantevoli.

Se invece preferite viaggiare veloci, potete andare con l’autostrada fino a Firenze e da lì prendere la superstrada per Siena. Allungate di poco, ma siete sicuri di non fare curve e strade secondarie.

Cosa vedere a Siena?

Siena è una città dal passato importante: il suo fascino si cela immutato da secoli, avendo mantenuto intatto l’aspetto medievale. Il centro storico appare ancora oggi racchiuso fra stretti vicoli, che salgono e scendono fra palazzi medievali, antiche fonti e chiese gotiche.

Sienne vue de San Clemente in Santa Maria dei Servi

Siena vista da San Clemente in Santa Maria dei Servi

Siena è molto piccola, si visita bene a piedi, in meno di una giornata. Ecco i luoghi da non perdere, con un itinerario di massima; sentitevi liberi di cambiare percorso. Oltre alle chiese e piazze più famose, Siena è bella anche negli scorci meno noti. E se ogni tanto vi imbattete in qualche strana fontana di animali… vuol dire che siete in una contrada!

Basilica di San Domenico, la grande chiesa che svetta sulla collina sopra la fontana di Fontebranda, offre la vista su tutta la città e sul Duomo di Siena. La parte esterna è molto rigorosa, con mattoni scuri tipici dello stile senese, come era consuetudine per gli ordini domenicani. Al suo interno sono custodite le reliquie di Santa Caterina, patrona della città.

Siena-piazza del campo

Piazza del campo

Piazza del Campo: chi non conosce la celeberrima piazza a forma di conchiglia, dove due volte l’anno (2 luglio e 16 agosto) si corre il Palio di Siena?
Vissuta tutto l’anno (sotto Natale ci sono anche i mercatini), i senesi amano sedersi nella piazza a ogni ora del giorno e della notte.

Se avete l’occasione salite sulla Torre del Mangia e ammirate il panorama da lassù. Sono circa 400 gradini.
Adatto anche ai bambini, ma ovviamente non a chi soffre di vertigini!!!
Con un biglietto cumulativo potete visitare anche il Museo Civico adiacente, che conserva ottimi affreschi di Simone Martini e di Lorenzetti (famosa la Sala dei Nove con il Buongoverno).

Duomo di Siena

Duomo di Siena

Duomo: il Duomo di Siena svetta su tutta la città per la sua posizione sopraelevata grazie alla quale riuscirete ad avvistare l’imponente cattedrale di marmo bianco da varie parti della città.
Da vedere l’interno con i pavimenti di marmo lavorati, la grande cupola, le altissime colonne a righe bianche e nere, la sala degli affreschi del Pinturicchio, le opere di Michelangelo e Donatello e il pulpito di Nicola Pisano.

Altrettanto degno di nota il battistero sul retro, una posizione decisamente insolita, e i sotterranei nella cripta, che rivelano la stratificazione di questa piazza nei secoli.
Sul lato destro del Duomo c’è il Museo dell’Opera con la famosa Maestà di Duccio di Buoninsegna e il facciatone, ovvero ciò che resta di un progetto di ampliamento della Cattedrale, poi interrotto nel 1348 per colpa della peste. Oggi si può salire fino in cima, sulla terrazza panoramica, con una vista su tutti i tetti di Siena.

C’è un biglietto cumulativo, per risparmiare sui singoli ingressi.

Itinerario arrivando da Nord
Parcheggiate fuori dal centro, per esempio nella zona intorno alla Fortezza medicea o allo stadio. Da lì, la prima chiesa in cui vi imbatterete è la Basilica di San Domenico. Dopo la visita potete dirigervi in piazza Salimbeni dove c’è la sede storica del Monte dei Paschi di Siena, per poi proseguire lungo il corso Via Banchi di Sopra e arrivare in piazza del Campo. Dalla piccola via dei Pellegrini risalite verso piazza del Duomo, arrivando dal retro, ovvero dal Battistero.

Itinerario arrivando da Sud

Uscendo a Siena Sud, parcheggiate al parcheggio Il Campo, vicino a Piazza Tufi, da lì scendete a piedi in piazza del Campo, visitando anche il Museo Civico. Poi potete risalire a piedi verso il Duomo, come da itinerario precedente. Dopo il complesso del Duomo, potete percorrere via di Fontebranda fino a giungere alla omonima fontana. Dopodiché risalite fino alla Basilica di San Domenico.

Dove mangiare a Siena

Ecco 3 ottimi ristoranti in centro a Siena che abbiamo testato personalmente.

la-compagnia-dei-vinattieriCompagnia dei Vinattieri
Cucina curata a base toscana in un posto con una atmosfera elegante e curata. Vini eccezionali.
Prezzi medi intorno alle 50€ a persona.
Indirizzo: Via delle Terme, 79, 53100 Siena SI
Telefono: 0577 236568

Credits: TripadvisorTrattoria Papei
Mangiare nella centralissima e caratteristica piazza del mercato. Cucina saporita con piatti tipici e sempre di stagione.
Prezzi medi intorno alle 35€/40€ a persona.
Indirizzo: Piazza del Mercato, 6, Siena SI
Telefono: 0577 280894
Credits: Tripadvisor

Credits: Tripadvisor

La taverna di San Giuseppe
Probabilmente il miglior e il più caratteristico ristorante di Siena. Obbligatorio prenotare con tanto anticipo.
Cucina locale toscana con un pizzico di creatività e una delle bistecche più buone.
Prezzi medi intorno alle 40€/45€ a persona (ma dipende sempre se prendete la bistecca o meno).
Indirizzo: Via Duprè, 132, 53100 Siena SI
Telefono: 0577 42286